Scarpe da running: come sceglierle

Scarpe da running: come sceglierle

Correre fa bene, fare esercizio fisico anche: se poi lo fai con le scarpe sportive più adatte ancora meglio.

Nei diversi negozi d’abbigliamento sportivo esistono una grande quantità di scarpe da running per tutte le esigenze e per tutti i gusti. Infatti esse, non sono tutte uguali e a seconda dell’utilizzo che ne fate potrebbero occorrervi modelli diversi. A volte, proprio questa vasta offerta rende difficile e complicata la decisione su quale sia la calzatura migliore.

Per scegliere la corretta scarpa da running bisogna considerare alcuni fattori differenti:

  • terreno: se si corre su un suono asfaltato è meglio optare per una scarpa dotata di una buona capacità di assorbimento; su strade e sentieri sterrati invece, è meglio preferire una calzatura con una grande stabilità e un buon sostegno al piede
  • tipo di appoggio: il tipo di appoggio varia da persona a persona, esso può essere in pronazione, in inversione o neutro. A seconda del tipo d’appoggio la scarpa sarà quindi differente, in modo da correggere il difetto del passo e da evitare eventuali sovraccarichi a caviglie, anche o ginocchia
  • peso corporeo: questo fattore molto spesso viene sottovalutato nel momento dell’acquisto, ma che invece è molto importante. Fino ai 65 kg di peso un runner viene considerato leggero, fino ai 75 kg rientra nella fascia media ed oltre a questo peso nella categoria pesante. A seconda della fascia alla quale si appartiene diventa importante valutare il livello di ammortizzamento della scarpa da running, in modo da rendere meno brusco l’impatto con il terreno durante la corsa.

In generale, un paio di scarpe da corsa dovrebbe durare tra i 650 e gli 800 chilometri (per chi corre regolarmente). 

Ricordate che una scelta sbagliata di queste calzature potrebbe determinare problemi di fascite plantare o sindrome da stress tibiale.

 

Chiudi il menu