La giusta pettinatura per la corsa

La giusta pettinatura per la corsa

Siamo tutte d’accordo nel sostenere che lo sport e i capelli non sono due elementi che vanno di pari passo. Il sudore sporca molto il capello e ci costringe a lavarlo svariate volte durante alla settimana, ancora peggio se l’allenamento viene fatto in pausa pranzo, quando non si ha molto tempo a disposizione per sistemarsi. Se a questo aggiungiamo l’utilizzo di elastici e mollettine per tenere i capelli raccolti, è chiaro che nel giro di poco tempo i nostri capelli risulteranno spezzati e spenti.

In soccorso a queste problematiche, ecco alcuni escamotage che possono essere utili per salvaguardare la salute dei capelli.

Sport e capelli lunghi

La cosa più comune di tutte le donne con i capelli lunghi, è quella di armarsi di un elastico bello teso e fare una coda alta e tiratissima, pensando che sia il modo più pratico, veloce ed efficiente.
In realtà, questa forma di “pigrizia” nel legare il capello si ritorce contro i tuoi capelli. Infatti, il rischio di girare troppe volte l’elastico per ottenere una coda di cavallo più stretta possibile è quello di spezzare i capelli ed indebolirli. Per di più, scegliere di raccogliere i capelli appiccicandoli troppo alla testa, fa sì che il sudore resti intrappolato tra capelli e cuoio capelluto, senza che questo possa respirare.

Il consiglio, è quello di prediligere altre acconciature, come una treccia morbida o uno chignon legato in modo lento. In extremis, se non riesci a rinunciare alla coda di cavallo, utilizza quantomeno un elastico morbido e più “cicciotto” (tipo quelli di spugna), che hanno un impatto più leggero sui tuoi capelli.

Sport e capelli corti

Più facile è la situazione nel caso dei capelli corti, qui non ti serviranno codini o mollettine che tirano e spezzano i capelli. Scegli una fascia o una bandana che eviti il contatto della fronte con il sudore.

Ancora meglio, se le scegli abbinate al tuo abbigliamento da palestra!

Chiudi il menu