fbpx
Correre in gravidanza: rischi e benefici

Correre in gravidanza: rischi e benefici

Piccola premessa… Poiché ogni donna è diversa, il consiglio prima di iniziare l’attività sportiva durante la gestazione è di contattare il proprio ginecologo ed effettuare tutte le visite del caso. Ogni donna ha trascorsi, grado di salute ed allenamento differente motivo per il quale può reagire differentemente allo sforzo.

Quando è consigliato?

La corsa aiuta a tonificare il corpo, a mantenersi in forma e ad allontanare lo stress, motivi per cui è consigliata anche per le donne che hanno sempre fatto attività fisica e che ora sono in stato interessante.

Ovviamente con l’avanzare dei mesi, circa a metà gravidanza, è bene lasciare posto alla camminata ed accantonare la corsa per via del pancione e dei fastidi tipici della gravidanza. 

Quindi, se sei già allenata, corsa e gravidanza non sono incompatibili, purché tu consulti sempre il ginecologo per valutare il tuo stato di salute.

Quando è sconsigliato?

Per coloro che invece non hanno mai fatto jogging è sconsigliato iniziare ad allenarsi in gravidanza, raccomandato invece uscire per delle passeggiate. Uno sforzo eccessivo, infatti, potrebbe nuocere alla salute della mamma e del bambino.

Corsa in gravidanza: alimentazione

Se vuoi allenarti anche in stato interessante, devi calibrare per bene la tua alimentazione. Dovrai aumentare il tuo introito giornaliero di circa 200/300 kcal, in base alla tua condizione fisica. Importante in questa fase è l’apporto di calcio, consumando latte, formaggio e yogurt. Privilegiare carboidrati a basso indice glicemico, come pane e pasta integrale, legumi e cereali.

Evita pesce crudo e frutti di mare, mangia pesce azzurro. Consuma i dolci subito dopo la corsa, privilegia frutta e verdura. È consigliato fare diversi spuntini durante la giornata ed evitare di stare a digiuno per troppe ore. L’idratazione è fondamentale, nei giorni di allenamento bevi almeno 2,5 litri di acqua.

Quanto correre?

Correre va bene solo per i primi mesi, successivamente si raccomandano camminate veloci. Inoltre la donna non dove superare i 140 battiti al minuto e non sforzarsi troppo. Si consigliano sessioni da circa 20/30 minuti per 2 volte a settimana, anche per le donne più allenate.

Accorgimenti

Qualora, dopo una corsa, compaiono dolori e giramenti di testa, ma anche difficoltà a respirare a riposo, è doveroso contattare immediatamente il proprio medico.

Chiudi il menu